I Borghi più belli d’Italia in Veneto

779

Da più di vent’anni l’Associazione de I Borghi più belli d’Italia, supportata dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), valorizza i piccoli paesini dello stivale più interessanti e tipici, raccontandone l’atmosfera, le storie e le esperienze da provare.

In Veneto ci son ben 10 località che si possono fregiare di questo titolo: un ottimo spunto per una gita fuori porta della domenica o un weekend lungo per ricaricare le batterie. Scopriamo insieme i Borghi più belli d’Italia del Veneto!

Arquà Petrarca (PD)

Questa perla nel cuore dei Colli Euganei, con il suo fascino medievale, deve il suo nome a due differenti origini: Arquà deriva probabilmente dal latino Arquata montium, “chiostra dei monti”, mentre Petrarca si rifà al celebre poeta, che passò qui gli ultimi anni della sua vita.

Oltre alla casa monumento dello scrittore non lasciarti sfuggire il Brodo di Giuggiole, il liquore tipico del borgo, prodotto con gli omonimi frutti!

Asolo (TV)

“La città dai Cento Orizzonti”: Giosuè Carducci chiamo così questo borgo fortificato, dalla cui Rocca si può godere di un panorama che spazia dalle Dolomiti a Venezia. Il Museo Civico ospita spesso interessanti mostre, dove fermarsi durante una passeggiata tra i vicoli medievali.

Ad Asolo si produce inoltre l’Asolo Prosecco Superiore DOCG, da accompagnare ovviamente con i tipici “cicchetti”.

Borghetto sul Mincio (VR)

La frazione di Valeggio, nata come fortificazione sul fiume Mincio, è un gioiello sull’acqua costellato da vecchi mulini ancora funzionanti e case medievali.

È famosissimo il Castello Scaligero del XIII secolo, del quale è visitabile anche la torre per apprezzare il panorama. Secondo la leggenda tra queste mura si aggira un fantasma… brrr!

Cison di Valmarino (TV)

Il borgo fortificato di Cison si erge nel cuore delle verdi colline del Prosecco, sorvegliato dall’imponente castello Brandolini, chiamato anche Castelbrando. Proprio vicino alla fortezza è possibile ammirare un magnifico cedrus libani, un Cedro del Libano secolare di cinque metri di circonferenza, considerato uno degli alberi di Natale più spettacolari d’Italia.

Follina (TV)

In questo borgo ai piedi delle Prealpi Trevigiane ha sede l’Abbazia cistercense di Santa Maria, considerata una delle più rinomate della Regione per il suo valore artistico. Una chicca per tutti gli amanti dell’architettura antica, grazie al suo splendido colonnato.

Mel di Borgo Valbelluna (BL)

Di questo paesino abbiamo già parlato in passato, perché ospita lo storico Castello di Zumelle, un’imponente fortificazione a strapiombo sul torrente Terche, esistente come nucleo abitativo già dal primo secolo dopo Cristo. Merita una visita anche il paesino, con i suoi palazzi cinquecenteschi.

Montagnana (PD)

La città murata padovana è uno dei simboli dei Colli Euganei, grazie al Castello di San Zeno e alla cinta muraria medievale perfettamente conservata.

Il paese è uno dei 15 Comuni dove si può produrre il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo, una prelibatezza dell’intera Regione.

Portobuffolè (TV)

Anche in questo borghetto in provincia di Treviso si respira l’aria medievale, grazie alle facciate affrescate del centro storico e alla dimora trecentesca di Gaia da Camino, immortalata da Dante nel Purgatorio.

San Giorgio di Valpolicella (VR)

Il nome colloca immediatamente questo borgo, un gioiellino tra i vigneti dell’omonima varietà che risale all’ottavo secolo a.C.. Un tempo veniva chiamato anche Ingannapoltron – “che inganna il pigro”: la salita che porta alla sua pieve può sembrare semplice dalla pianura, ma si tratta in realtà di un percorso molto faticoso!

Sottoguda (BL)

Questo borgo alpino è un sogno per gli amanti dell’architettura rurale centenaria ed è posizionato in una posizione privilegiata per tutti gli sportivi: ai piedi della Marmolada e a poca distanza dalla Val di Fassa e dal lago di Alleghe.

Cover: foto di Orietta Gaspari | iStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close