Come apparecchiare la tavola di Natale e Capodanno

725

Nel periodo delle feste abbiamo tutti qualche attenzione in più per la casa, soprattutto quando aspettiamo ospiti per il pranzo di Natale, il cenone della Vigilia o la festa di Capodanno.

La mise en place è la regina dell’ultimo mese dell’anno: dev’essere elegante, conviviale e gioiosa. Insomma, già dalla prima occhiata deve farci entrare nell’atmosfera calorosa e senza pretese del Natale.

Non ti preoccupare, in questa guida non ti daremo delle regole ferree, come vuole il galateo per la tavola formale: troverai piuttosto alcuni consigli utili per apparecchiare la tavola in modo informale e raffinato.

Lo stile delle tavola delle feste natalizie

Prima di addentrarci nel lato tecnico della mise en place (come posizionare le stoviglie) è necessario pensare all’estetica della nostra tavola: lo stile e la palette colori.

Le opzioni sono ovviamente tantissime, dalla classica combinazione bianco-rosso-verde al lusso del bianco-nero-oro, passando per alternative meno convenzionali (ma di tendenza!) come l’abbinamento di argento e pervinca (una particolare sfumatura grigio-viola-celeste, molto chiara) oppure di argento e carta da zucchero.

Scegli la soluzione più in armonia con le altre decorazioni della casa; considera soprattutto l’albero di Natale, se si trova nella stessa stanza.

Una volta scelti i colori, è tempo di ragionare sullo stile: sarà minimalista, ricco di dettagli, retrò, moderno o altro? Dipende solo dal tuo gusto e dal servizio piatti che hai a disposizione!

Questo sarà il fil rouge di tutti gli elementi che andranno a comporre la tavola: il tessile (tovaglia e tovaglioli), i segnaposto e le altre decorazioni.

L’ultimo tocco, immancabile a Natale, è il centrotavola: sceglilo in linea con stile e colori della tavola, scenografico e a prova di foto Instagram! Attenzione però alle dimensioni: l’altezza non dovrà mai creare problemi alla conversazione tra i commensali ai due lati del tavolo, mentre la larghezza non dovrà “rubare” troppo spazio alle pietanze. Non dev’essere però nemmeno sottodimensionato rispetto alla tavola, passando così inosservato.

Come posizionare piatti, posate e bicchieri

Come anticipato, la nostra non è una guida formale, anzi! Usa i nostri consigli come spunto e dai spazio alla fantasia.

  • Piatti: a tavola posiziona il sottopiatto, il piatto piano e il piatto da antipasto. Puoi decorare quest’ultimo con un segnaposto oppure piegando con cura il tovagliolo. E il piatto fondo? Lo porterai a tavola dopo l’antipasto, insieme al primo piatto.
  • Posate: posiziona a destra prima il coltello (con la lama girata verso il piatto) e poi, se necessario, il cucchiaio. A sinistra posiziona invece la forchetta (o le forchette se intendi cambiarle tra una portata e l’altra).
  • Bicchieri: posiziona in alto a destra (in linea con il coltello per intenderci) calice per il vino e bicchiere per l’acqua. Ovviamente per i bimbi puoi evitare il primo!

Con questi pochi semplici consigli sarà tutto perfetto, evitando uno stile troppo impostato!

Foto interne all’articolo di Photo by Libby Penner / Unsplash e Photo by Todd Trapani / Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close