Come organizzare la dispensa: 5 consigli utili

634

Spesso gran parte degli sprechi in cucina derivano da una mancata organizzazione della dispensa: ci si dimentica di cosa si è comprato, si ricomprano prodotti che abbiamo già oppure si lasciano per sbaglio scadere.

Eppure con pochi piccoli accorgimenti è possibile avere uno spazio ordinatissimo e funzionale, sia che si tratti di un mobiletto in un mini-appartamento, sia che l’oggetto dell’organizzazione sia un’intera stanza.

Ecco qualche consiglio da cui partire!

1. Barattoli, contenitori e bottiglie

Man mano che torni dalla spesa travasa pasta, riso e biscotti dalle loro confezioni ai barattoli. Devono avere assolutamente una chiusura ermetica ed essere scelti in base alla tipologia di cibo; solitamente si prediligono il vetro per pasta e riso, e la latta per caffè, biscotti e zucchero. Per olio e aceto scegli bottiglie scure, in modo da preservare il liquido dalla luce solare. In questo caso dotati anche di un vassoietto o di un cestino in plastica da disporre sotto le bottiglie: eviterai che eventuali fuoriuscite di liquido rovinino il mobile.

Dotati anche di piccoli barattoli e sacchettini per gli avanzi dei cibi secchi: eviterai gli sprechi, mantenendo le caratteristiche degli alimenti.

Per gli elementi che non troppo voluminosi opta per contenitori modulari, in grado di essere incastrati orizzontalmente o impilati uno sull’altro; in questo modo potrai risparmiare spazio.

2. Etichetti e appunti

Etichetta tutto ciò che ha una scadenza ma non si trova nella sua confezione originale. In questo modo avrai sempre tutto ben visibile, evitando dimenticanze. Non dimenticarti delle spezie: anche se spesso non ci pensiamo, anche loro hanno una scadenza!

Tieni inoltre sempre a portata di mano un bloc notes o una lavagnetta per appuntarti ciò che dovrai aggiungere alla prossima spesa: riuscirai in questo modo a organizzarla al meglio, senza sprechi e perdite di tempo.

3. Dividi per tipologia e disponi secondo l’uso

Dolci e salati, solidi e liquidi, attrezzatura o alimenti: cerca di creare delle aree all’interno della dispensa, per trovare sempre tutto a una prima occhiata.

Quando torni con la spesa, ricordati sempre di posizionare i nuovi acquisti in base alla loro data di scadenza: ciò che ha meno tempo davanti a sé dovrà sempre essere disposto più avanti.

Cerca inoltre di tenere all’altezza degli occhi quello che usi più spesso (es. la pasta), nei piani inferiori gli oggetti più pesanti ma che utilizzi con costanza (es. pentole e padelle) e nei ripiani più alti gli oggetti leggeri e usati meno frequentemente.

4. Sfrutta le ante dei mobili

L’interno dei mobili da cucina è perfetto per disporre prodotti di piccola dimensione (es. i barattolini di spezie, le capsule del caffè) o con uno spessore ridotto (es. i coperchi di pentole e padelle). Esistono in commercio tantissime strutture pensate per essere appese all’interno dell’armadio della dispensa, anche con aggancio adesivo per non forare gli arredi.

5. Attenzione alla luce

Sempre più persone scelgono grandi librerie in stile industriale per la cucina, ma bisogna fare attenzione alla funzionalità dell’arredo. Alcuni alimenti (come l’olio o l’aceto) devono essere infatti riposti lontano dalla luce diretta del sole: per queste necessità, ricorda di avere sempre almeno un armadietto chiuso.

Vuoi organizzare anche il frigorifero al meglio? Scopri tutti i nostri consigli nell’approfondimento dedicato!

In copertina: foto di Jonas Leupe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close