Come preparare l’hamburger perfetto

1.1K

Ogni 28 maggio si festeggia in tutto il mondo l’Hamburger Day: potevamo lasciarci scappare un’occasione più gustosa? Ovviamente no.

La tipica polpetta di carne appiattita non è più (solo) un piatto da fast food: la troviamo in versione gourmet al ristorante, in ricette più rustiche in sagra e declinata in migliaia di ingredienti regionali per rispettare tradizioni e stagionalità.

Insomma, l’hamburger è un vero trasformista, un po’ come la nostra amata pasta.

Ma qual è la vera storia alle sue spalle? La realtà è che non la sa nessuno. O meglio, ci sono talmente tante versioni che è difficile ricostruire quale sia la vera origine di questo panino.

C’è chi dice che sia stato preparato la prima volta ad Amburgo (da qui il nome Hamburger) come cibo sostanzioso e facile da mangiare per i marinai del porto, togliendo il budello dalla salsiccia e friggendola nel burro. Chi invece asserisce che l’idea sia stata del newyorkese Louis Lassen, che già da tempo proponeva nel suo locale dei panini farciti con la bistecca. Chi ancora ritrova in decine di altri nomi l’inventore dell’hamburger.

Sapremo mai la verità? Probabilmente no, ma forse è anche questo parte del suo fascino.

I segreti per un hamburger (di carne) perfetto

Quello che a prima vista sembra un piatto semplicissimo, richiede invece molta cura per diventare veramente prelibato. Ecco alcuni consigli per prepararlo al meglio.

  • Scelta della carne – Dev’essere non troppo magra, con una percentuale di grasso dal 20% al 30%. Solitamente si sceglie il manzo, con tagli come il controfiletto e il fiocco tritati (non macinati), per ottenere una migliore consistenza. È sempre meglio evitare il mix di carni diverse.
  • Preparazione dei medaglioni – Forma delle palline da circa 120-150g e schiacciale con le mani, evitando il batticarne. A questo punto condisci con sale e pepe (solo la superficie), copri con la pellicola o con la carta da macellaio, e lascia riposare in frigorifero almeno 20 minuti. Prima della cottura riporta a temperatura ambiente per almeno 10 minuti.
  • Cottura della carne – Deve avvenire con calma, senza schiacciare il medaglione. Opta per un fuoco dolce, così da cuocere tutto con cura, senza pezzi bruciati o troppo crudi.
  • Il formaggio fuso – Affinché abbracci con cura la carne, posizionalo sopra l’hamburger durante gli ultimi minuti di cottura: in questo modo si fonderà ad arte.
  • Scelta del pane – Dev’essere morbido ma compatto, per assorbire i condimenti senza sfaldarsi. Prima della farcitura è meglio tostarlo, dopo averlo tagliato a metà.
  • Ordine degli ingredienti – La verdura va sul fondo, mentre l’hamburger in cima; in alternativa il medaglione può essere posto tra due strati di ortaggi. In questo modo lattuga e pomodoro raccoglieranno i succhi della carne, evitando di inumidire troppo il pane. Il burger tradizionale in questo modo sarà completo; nella maggior parte dei casi si aggiungono però altri elementi, come cipolla, cetriolini e salse.
burger vegano a base di pomodori confit, quinoa, pomodoro, tofu, avocado e rucola - mondo maxì magazine
Burger vegano a base di quinoa. Foto di Lefteris kallergis / Unsplash

Non solo tradizione: le mille idee per il burger gourmet

Ormai, nel 2022, l’hamburger perfetto non è necessariamente quello di carne. C’è chi lo preferisce vegetariano (creato ad esempio con i funghi Portobello), chi vegano, chi a base di pesce e chi a base di crostacei. Tutto è concesso, a patto che gli ingredienti siano selezionati e abbinati con cura, per creare un’esplosione di gusto a ogni morso.

Uno dei nostri burger preferiti ha i colori della bandiera italiana: il bianco della ricotta si abbina alla perfezione al verde del basilico fresco e al rosso dei pomodorini confit, per una vera delizia a base di pollo. Scopri la ricetta nel video!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close