Come ridurre gli sprechi d’acqua in cucina

399

La cucina – insieme al bagno – è uno dei luoghi della casa in cui il rischio di sprecare involontariamente acqua è veramente alto.

Non si tratta solo di risparmio: ridurre il consumo idrico è un gesto di responsabilità verso l’ambiente. Seguendo alcuni semplici consigli puoi fare la tua parte ogni giorno, senza sforzo ma con grandissimi risultati. E perché no, magari coinvolgendo gli altri membri della tua famiglia.

Limitare lo spreco d’acqua mentre si cucina, prepara e pulisce

1. Utilizza una bacinella per lavare i piatti

Quando lavi i piatti a mano, considera l’uso di una bacinella o di un lavandino con tappo: in questo modo eviterai di far scorrere l’acqua continuamente. Riempi la bacinella, aggiungi il detersivo per piatti, quindi immergili e lavali tutti insieme. Una volta finito, sciacquali velocemente sotto un getto d’acqua pulita: noterai subito una riduzione significativa del consumo d’acqua.

2. Utilizza una ciotola per lavare le verdure

Anche quando lavi le verdure, evita di farlo sotto il getto d’acqua corrente. Riempi una terrina con acqua pulita e immergi gli ortaggi per alcuni minuti, agitandoli delicatamente per rimuovere eventuali residui di terra o impurità. Successivamente, potrai utilizzare l’acqua del lavaggio per irrigare le piante o per altri utilizzi non potabili.

3. Copri le pentole e le padelle durante la cottura

Quando cucini usare il coperchio può ridurre significativamente i tempi, trattenendo il calore e riducendo la quantità di acqua persa durante il processo di ebollizione e cottura. Avrai un risparmio anche di energia!

4. Utilizza il vapore per cucinare

Considera l’utilizzo di un cestello per cucinare le verdure al vapore: questo metodo conserva sia i nutrienti che il sapore degli alimenti, contribuendo nel contempo a ridurre lo spreco d’acqua. In commercio esistono anche dei supporti ad hoc per il microonde!

5. Recupera l’acqua di cottura

L’acqua di cottura degli alimenti può essere raccolta e riutilizzata in vari modi. Ad esempio, se hai preparato la pasta, può essere usata per aggiungere consistenza alle salse o per annaffiare le piante. In questo secondo caso assicurati che sia priva di sale o altri condimenti!

6. Discongela gli alimenti naturalmente

Quando devi scongelare gli alimenti, non utilizzare acqua corrente: lasciali per qualche ora a temperatura ambiente o in una terrina in frigorifero (ben coperti).

7. Compra prodotti locali e stagionali

Scegliere prodotti a km0 e di stagione può avere un impatto positivo a tutto tondo. I prodotti locali richiedono meno acqua per essere coltivati (le loro necessità sono una conseguenza del clima) e per il trasporto, nonché meno pesticidi e altri prodotti chimici che possono inquinare le falde. Promuovi uno stile di vita sostenibile acquistando prodotti freschi locali: li trovi ovviamente nel Supermercato Maxì più vicino!

Riduci gli sprechi d’acqua “strutturali”

1. Scegli elettrodomestici efficienti

Se devi acquistare una nuova lavastoviglie o un frigorifero, assicurati di individuare un’apparecchiatura efficiente dal punto di vista idrico ed energetico. Questa scelta ti permetterà di risparmiare sulla bolletta!

2. Attenzione al rubinetto e alle tubature

Considera l’installazione di un rubinetto risparmio-acqua nella tua cucina, progettato per ridurre il flusso d’acqua.

Ridurre gli sprechi d’acqua in cucina è un impegno che può fare la differenza. Speriamo che questi suggerimenti ti abbiano ispirato e fornito idee su come conservare acqua durante le tue attività quotidiane in cucina. Ricorda che ogni azione conta e che il risparmio idrico può diventare una parte integrante del tuo stile di vita sostenibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close