6 consigli utili per cani e gatti in primavera

641

Senti questo profumo di fiori, il calore del sole e tanta voglia di passare più tempo all’aria aperta? Anche cani e gatti in primavera cambiano le loro abitudini, per affrontare al meglio il cambio di stagione. Scopri i nostri consigli per prenderti cura di loro al meglio in questo delicato periodo dell’anno.

Alimentazione adatta alla stagione

Il fabbisogno energetico cambia in primavera ed estate, perché i nostri amici a quattro zampe diventano più attivi. L’alimentazione dev’essere completa e bilanciata, con tutti i nutrienti necessari per il tipo di animale (se non li conosci chiedi al veterinario). In primavera ed estate sono consigliati cibi più secchi e meno proteici del solito.

Tieni sempre a disposizione una ciotola di acqua fresca, da cambiare frequentemente: eviterai che il tuo animale si disidrati o che soffra di colpi di calore.

Cambio del pelo

La primavera è il periodo della muta ed è normale trovare peli un po’ ovunque. È utile in questo periodo spazzolare cani e gatti più volte al giorno, per aiutarli a perdere il pelo invernale e stimolare la circolazione della pelle. In questo modo riuscirai anche a “controllare” (anche se solo in parte) dove cadranno i peli.

Non dimenticare il bagnetto: sempre meglio con uno shampoo specifico.

Prevenzione da pulci, zecche e zanzare

Con la bella stagione e le temperature più alte tornano anche i parassiti, a cui fare grande attenzione. La prevenzione è fondamentale in questo periodo: attrezzati in anticipo, con la profilassi più adatta indicata dal tuo veterinario in base alla razza del tuo cane o gatto.

Allergia? Può capitare!

Non siamo gli unici a soffrire quando i pollini iniziano a svolazzare qua e là: anche cani e gatti possono essere infastiditi dalle classiche allergie primaverili. I campanelli d’allarme possono essere di tipo diverso: fai attenzione a starnuti, chiazze rosse o ai momenti in cui l’animale si gratta troppo spesso.

Attenzione ai fiori tossici

I fiori sono sempre belli, ma in alcuni casi possono essere tossici o velenosi. È necessario fare attenzione ad alcune piante comuni, nelle passeggiate tanto quanto nel nostro giardino o terrazzo di casa.

Se hai un cane tienilo lontano da: oleandro, ficus, alloro, tulipano, giglio, rododendro, azalea e crisantemo.

Se hai un gatto presta attenzione a: giglio, tulipano, narciso, oleandro, ciclamino, edera, pothos e mughetto.

La lista ovviamente è molto più lunga, ma facilmente reperibile anche online, dal farmacista o dal veterinario.

La stagione dell’amore

Noti qualche stranezza nel tuo animaletto? Probabilmente, se non è sterilizzato, è l’effetto dell’amore! Tra i diversi comportamenti potresti notare inappetenza, scatti nervosi o tentativi di “fuga” (ma solo momentanea) da casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close