Fichi d’India: benefici, caratteristiche e usi in cucina

402

Il fico d’India, noto anche come Opuntia ficus-indica, è una pianta succulenta originaria dell’America Centrale e Meridionale, ma da tempo immemore diffusa anche nel bacino mediterraneo, soprattutto in Sicilia, Calabria, Puglia e Sardegna. Si dice che questa cactacea sia stata portata in Europa agli inizi dei ‘500 da Cristoforo Colombo, Gonzalo Fernandez de Oviedo y Valdès e altri importanti navigatori ed esploratori dell’epoca.

Questi frutti dalle caratteristiche uniche sono sempre più popolari in cucina grazie al loro sapore e alle molteplici proprietà benefiche: scopri di più nell’articolo!

Quali sono i benefici dei fichi d’India?

I fichi d’India sono un’ottima fonte di antiossidanti: aiutano a contrastare i danni provocati dai radicali liberi nel corpo e si dice che aiutino per curare i postumi di una serata alcolica.

Grazie al loro contenuto di vitamina C, possono inoltre rafforzare il sistema immunitario. Sai che per questa ragione centinaia di anni fa si caricavano nelle navi che percorrevano il Mediterraneo? Aiutavano infatti il loro equipaggio a evitare malattie come lo scorbuto, che si diffondevano spesso a causa di una dieta poco equilibrata.

I fichi d’India aiutano anche la digestione; grazie alla ricchezza d’acqua e alle proprietà dei loro semi, aiutano inoltre la diuresi.

Come si puliscono i fichi d’India

A differenza dei fichi “tradizionali”, i fichi d’India devono essere puliti e sbucciati prima di essere mangiati. Si inizia rimuovendo le spine e si continua eliminando la buccia: per queste azioni è sempre meglio utilizzare i guanti.

Si devono quindi passare sotto un getto di acqua fredda corrente e solo a quel punto si possono tagliare.

Come mangiare i fichi d’India: idee e ricette

I fichi d’India possono essere gustati freschi, da soli oppure in una macedonia di frutta, facendo attenzione a non ingerire i semi. Il loro gusto dolce con una punta acida, che richiama la pera e la papaya, si presta però anche a tanti altri abbinamenti.

Primo fra tutti l’insalata: puoi servire i fichi d’India a dadini con l’insalata verde, meglio ancora se con un formaggio leggermente salato. Creerai così un piacevole contrasto.

Puoi inoltre preparare una marmellata o una mostarda, ottima sulle crostate, sulle brioche o su una semplice fetta di pane tostato. Si abbina bene a molti formaggi, sia morbidi che stagionati.

In copertina: foto di Valter Cirillo da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close