Montasio DOP: caratteristiche, abbinamenti e ricette tipiche

461

A Nordest il Montasio DOP è un’istituzione, un prodotto che troviamo nella maggior parte delle case del Friuli Venezia Giulia e del Veneto Orientale. Questo formaggio semiduro, ingrediente principale del tipico Frico friulano, si produce infatti da più di duecento anni nelle province più a Est d’Italia: Udine, Pordenone, Gorizia, Trieste, Treviso, Belluno e una piccola parte del territorio di Venezia e Padova.

Ma cosa lo rende così speciale?

Le caratteristiche del Montasio DOP

Come anticipato, il Montasio è un formaggio a pasta cotta semidura, bianca o giallo paglierino. Si può produrre esclusivamente con latte bovino ottenuto nelle province citate più sopra, e si riconosce per il marchio di origine sullo scalzo della forma. Un secondo marchio, impresso a fuoco dal Consorzio, identifica invece i prodotti con più di 100 giorni, privi di difetti: una garanzia di qualità.

Esistono quattro diverse stagionature:

  • FrescoDa 60 a 120 giorni – Morbido ed elastico, dal sapore delicato
  • MezzanoDa 5 a 10 mesi – Sapore deciso e sapido, con una buona consistenza
  • StagionatoPiù di 10 mesi – Saporito e leggermente piccante, più friabile
  • StravecchioPiù di 18 mesi – Ancora più friabile e gustoso, ottimo da grattugiare

Si tratta di un formaggio dall’alto valore nutritivo, caratterizzato da una composizione equilibrata di acqua, lipidi e proteine: proprio per questo è consigliato anche per l’alimentazione dei ragazzi.

Un’altra particolarità risiede nel contenuto di lattosio: una volta raggiunta la stagionatura di 60 giorni ne è infatti semplicemente privo (<0,01g ogni 100g di formaggio).

A cosa abbinare il Montasio?

A ogni stagionatura del formaggio corrispondono ovviamente svariati abbinamenti enogastronomici.

Il Montasio Fresco e il Mezzano possono essere serviti in abbinata a salumi della zona, come il salame o il Prosciutto Crudo di San Daniele. Si prestano bene anche all’abbinamento con frutta fresca (anche esotica!) o a verdura mista, come secondo piatto vegetariano.

La morbidezza delle stagionature più brevi presta inoltre questo formaggio alla preparazione di gnocchi, fondute, lasagne e molto altro.

Montasio Stagionato e Stravecchio vengono invece spesso serviti in abbinata a miele e confetture, a verdure amare oppure in sostituzione a Grana Padano o Parmigiano Reggiano, grattugiati.

Per il famoso frico ci sono tante ricette quanti sono i borghi del Friuli, ma la maggior parte concordano che debbano essere usati in parti uguali Montasio Fresco, Mezzano e Stagionato, per ottenere un gusto più pieno e rotondo.

I vini da servire con il Montasio DOP

Stai cercando un vino da abbinare al tuo ottimo montasio? Scegli un rosso giovane e leggero per le stagionature brevi (ad esempio Merlot o Pinot Nero) o un rosso strutturato per le più lunghe (come Cabernet Franc, Refosco, Chianti Classico e Schioppettino).

Tra i bianchi, magari per l’aperitivo di fronte a un bel tagliere, sono ottimi invece la Ribolla (per il Fresco), il Friulano e il Prosecco, per chi predilige la bollicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close