Pomodoro Camone: come riconoscerlo e usarlo in cucina

642

Un perfetto equilibrio tra note fresche, dolci e salate, abbinato a una polpa soda e croccante. Si presenta così il pomodoro Camone, una varietà così particolare da avere il suo stesso brand: iLcamone, quello vero.

Si differenzia dagli altri pomodori soprattutto per la sua produzione, che segue un disciplinare ben preciso e avviene solo in quattro aziende agricole autorizzate in Sicilia e Sardegna.

Si inizia ovviamente dai semi, selezionati dopo un’accurata ricerca varietale e impiantati meticolosamente in piccole zollette di terra ricoperte da uno strato di granuli minerali. Questo fa sì che il terriccio mantenga l’umidità per tutto il tempo dell’incubazione, che avviene per due giorni e due notti all’interno di una camera a temperatura controllata.

Si passa a questo punto in un’ampia e luminosa serra, dove le piantine vengono innestate per avere radici più forti e robuste. Dopo un mese dalla semina c’è invece il trapianto a terra (sempre in serra), in un terreno coperto da un telo per mantenere l’umidità ed evitare che la terra si inaridisca. La pianta cresce così alta e rigogliosa, aiutata e protetta contro gli organismi infestanti da api, bombi e altri insetti “buoni”, che vengono lasciati liberi nell’ambiente.

Quando il pomodoro acquista il suo tipico colore rosso-verde screziato può essere raccolto, esclusivamente a mano.

Come riconoscerlo al Supermercato? Controlla la presenza del marchio iLcamone sulla confezione!

Come usare in cucina il Pomodoro Camone?

Il Camone è caratterizzato da una evidente salinità, equilibrata da note dolci e fresche.

Grazie alla sua polpa soda è perfetto a crudo, condito solo con un filo di Olio Extra-Vergine di Oliva e pochissimo sale, oppure aggiunto a insalatone di verdure o di pasta.

Il Camone viene spesso utilizzato in primi piatti a base di pesce, in sostituzione dei più classici Pachino o Cuore di Bue. Puoi sceglierlo, ad esempio, per un risotto ai frutti di mare, per dei malloreddus con pomodoro e totano o per delle linguine alle vongole in rosso.

Il pesce è un classico anche nei secondi: puoi abbinare il Camone, sia crudo che cotto, ai gamberi, al baccalà, alle alici o allo spada.

Segui una dieta vegetariana o cerchi un’alternativa leggera per l’estate? Servi il camone a fette con qualche verdura grigliata di stagione, con della ricotta oppure con un ovetto sodo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close